Scafati. Stop ai ‘cafoni del sacchetto selvaggio’

Controlli serrati contro l’abbandono di rifiuti. L’Acse promette il pugno di ferro contro i “cafoni”. Il Consiglio di Amministrazione (presidente Rino Mascolo, il vice Domenico Casciello e il componente Mariateresa Starace) ha deciso, che nel prossimo Cda, previsto per la settimana prossima, sarà indetto un bando ad hoc.

“L’azienda incaricata – ha dichiarato Domenico Casciello – dovrà garantire un minimo di tre telecamere a postazioni mobili, oltre a due addetti al controllo con auto propria. Dovranno controllare per almeno quattro ore al giorno (dalle 20 alle 24 circa). Percepiranno il 20% sul totale delle multe che riusciranno ad incassare (non su quelle semplicemente elevate), il costo annuale (a ribasso d’asta) è di euro 70.000. Saranno di supporto ai vigili urbani, così aumenterà la squadra contro i cafoni”.

Sulla stessa linea il Sindaco Pasquale Aliberti. “E’un provvedimento necessario alla luce della ‘cafoneria’ dilagante in città. Chi non rispetta le regole è giusto che paghi, in quanto con atteggiamento incivile e irrispettoso danneggia la città e chi la abita. Non è più tollerabile, che in una società civile si continuino ad evadere le norme, a scapito, invece, di chi costantemente le rispetta. Massima severità contro i ‘cafoni’ del sacchetto selvaggio!”.