Patto Territoriale, progetti e polemiche

La Patto dell’Agro Spa candida 5 progetti al “Bando per la costituzione di una graduatoria finalizzata al finanziamento della progettazione della Regione Campania-decreto dirigenziale numero 89 del 13 luglio 2016”.
Mobilità sostenibile, dissesto idrogeologico, promozione e sviluppo della cultura e valorizzazione, Smart Cities e Smart Communities: Agenda Digitale digitalizzazione dei processi amministrativi e government, tutela e valorizzazione ambientale: questi gli ambiti tematici individuati. Tra i progetti la realizzazione di un impianto di compostaggio dell’Agro nella città di Sarno.

Per la progettazione dei cinque interventi sono stati richiesti 5 milioni e mezzo di euro. La realizzazione degli interventi prevede investimenti per 162 milioni di euro.

I cinque progetti sono stati illustrati stamani dal presidente della Patto dell’Agro, Paolo De Maio, nel corso di una conferenza stampa che si è svolta al Comune di Nocera Inferiore, alla presenza del Presidente della Provincia e sindaco di Sarno Giuseppe Canfora e di sindaci e amministratori del comprensorio.

maria-daniello-e-bottone

Sullo sfondo resta lo scontro tra i Comune di Angri e Pagani, che si sono contesi un posto in seno al Cda. Alla fine l’ha spuntata Pagani, con l’ingresso temporaneo del sindaco Salvatore Bottone, che a breve dovrebbe nominare il rappresentante dell’Ente in seno al Cda. Circola il nome dell’assessore Francesca Del Cedro, che stamani era a Nocera insieme al primo cittadino.

Il Comune di Angri, invece, secondo le voci che si rincorrono da settimane intendeva affidare l’incarico al consigliere comunale Maria D’Aniello, che questa mattina ha partecipato all’incontro in rappresentanza del suo Comune.