Pagani. Operatore ecologico vittima di un infortunio. Toscano: “Si adottano precauzioni per limitare rischi?”

“Si effettua regolarmente una verifica dello stato degli automezzi? Quali sono le precauzioni adottate per limitare il rischio di infortunio delle maestranze sui luoghi di lavoro? Poi, ancora. Gli automezzi sono maleodoranti oltre ogni concepibile limite perché forse mai sottoposti a lavaggio e sanificazione. Quali sono, quindi, le precauzioni adottate per ridurre il rischio di infezione? Ci si preoccupa della salute dei lavoratori, effettuando le periodiche e previste visite mediche? Sono dotati, questi lavoratori, dei DPI? Sono tutti “formati ed informati” come previsto dalla legge? Lavorano in ambienti salubri, dotati di spogliatoi e docce e delle previste autorizzazioni sanitarie?”. Queste le domande che Emiliio Toscano, di Progetto Comune, pone dopo l’incidente che ha visto vittima stamani un operatore del Consorzio di Bacino Salerno 1, caduto dal camion mentre effettuava la raccolta in via San Domenico.

“Non sono, queste, le “considerazioni di turno”. Sono gli obblighi di sempre. Quelli previsti dalla legge e di cui sempre bisogna ricordarsi – va avanti -. L’ art. 32 della Costituzione ce lo ricorda. “Tutela dell’ integrità fisica dei lavoratori”. Ed è proprio questo, il fine ultimo di queste domande: la tutela di chi al mattino va a lavorare. Prima che accada l’ irreparabile. E allora, alla solidarietà che soddisfa il lato umano, associamo le tutele che difendono e proteggono chi presta servizio. Per sé, per i propri figli e per l’interesse della intera collettività”.