Pagani. La mensa scolastica non parte, lettere di Barone al sindaco

Refezione scolastica, il presidente dell’associazione no Aids Onlus, Giuseppe Barone, scrive al sindaco Bottone per chiedere notizie in merito al mancato avvio del servizio negli istituti paganesi.

“L’unico nostro obiettivo è quello di collaborare con codesta Amministrazione, al fine di rendere più equo e trasparente tutto il sistema della refezione scolastica per il bene dei piccoli allievi – precisa Barone -. Più volte ho esposto perplessità circa l’organizzazione della refezione scolastica, in particolar modo sollevando dubbi sul costo eccessivo del singolo pasto, sulla ripartizione degli stessi costi in fasce di reddito, sulla non previsione di agevolazioni in caso di famiglie con più figli e sull’attuazione della Commissione Mensa”.

In merito al costo, Barone chiede “di conoscere l’analisi specifica dei costi del pasto, atteso che in molti Comuni, limitrofi e non, i costi per la refezione scolastica sono di gran lunga inferiori”.

E ancora: “Ritengo – aggiunge Barone – che sia illegittimo modulare le tariffe di tale servizio base al reddito ISEE”.

Infine, Barone chiede di sapere “perché non venga ancora effettuato il servizio refezione, nonostante sia stata fatta regolare gara d’appalto, procurando disagio agli allievi e alle loro famiglie”.