Scuola Manzoni. Toscano chiama in causa l’ex dirigente scolastica e il figlio, il 5Stelle Di Maio

Scuola Manzoni, la situazione resta incandescente a Pagani. Genitori sul piede di guerra contro i doppi turni. Scontri tra politici che si sfidano a colpi di proposte. Emilio Toscano, presidente di Progetto Comune, chiama in causa l’ex dirigente scolastica e il figlio, il vicepresidente della Camera, Di Maio.

“Sembrerebbe che la ex Dirigente scolastica del plesso Manzoni, Dott.ssa Esposito, in carica fino allo scorso anno, sia la madre del vice presidente della Camera dei Deputati, Luigi Di Maio e leader nazionale del Movimento Cinque Stelle, notorio per la “poca” comprensione delle e-mail. Quelli, per intenderci, dalle 5 stelle e due morali. Quelli che hanno pronunciato, scritto e predicato in ogni dove i termini “sicurezza” e “trasparenza” che oggi, forse, ne hanno una crisi di rigetto – si legge nella nota -. E’ indubbia la solidarietà per i bambini, le loro mamme ed per il personale scolastico tutto, che chiede alle istituzioni competenti, una maggiore incisività per individuare soluzioni efficaci e che consentano di garantire il diritto allo studio e la tutela delle esigenze non solo scolastiche degli studenti. D’ altro canto, però, ci chiediamo se, la Dirigente in carica fino allo scorso anno, abbia mai richiesto che si effettuassero verifiche di sicurezza strutturale. Inoltre, cosa ha fatto affinchè venisse tutelata in pieno la sicurezza e l’ incolumità, per la quale anche il noto figlio spesso si batte in sedi nazionali? E’ paradossale, qualora nulla fosse stato richiesto, che mentre il leader dei cinque stelle sente cosi addosso il peso dei “poteri forti”, lei non abbia avvertito, dall’ alto della sua funzione, quello di un “dovere forte” quale l’ accertarsi che fossero rispettate e garantite tutte le necessarie misure di sicurezza”.