Angri. Oggi si ricorda Don Enrico Smaldone

Oggi ricorre il centoduesimo anno della nascita di Don Enrico Smaldone. Nato nel antico borgo Ardinghi, quinto figlio di Marino Smaldone e Rosalia Scarpato fu ordinato sacerdote il 13 luglio 1941. Nel 1949 Don Enrico dopo avere preso parte alla visione del film “La Città dei Ragazzi” ebbe l’idea di creare una struttura in grado di ospitare i giovani in difficoltà, sia economica che sociale, tipica dell’epoca.

Proprio nello stesso anno grazie alla donazione di un terreno da parte di Giuseppe Adinolfi, iniziarono i primi lavori di costruzione della Città dei Ragazzi benedetta e approvata anche da Papa Pio XII attraverso delle missive inviate a Don Enrico. Don Enrico muore prima della fine dei lavori della struttura, avvenuta il 29 gennaio 1967 a causa di una leucemia acuta.

Il 22 novembre 2014 nella Chiesa della Santissima Annunziata di Angri, durante la Celebrazione Eucaristica fatta in suo onore, per il centenario della sua nascita Giuseppe Giudice vescovo della Diocesi di Nocera Inferiore-Sarno, annunciò l’avvio del processo di beatificazione.