Angri. Pasqualino scrive alla città

Pasquale Garofalo detto Lino è un giovane angrese che già da tre anni ha dato vita a una singolare tradizione. In occasione delle festività natalizie prende carta e penna e scrive un’immaginaria lettera alla città. Lino dichiara di volere sensibilizzare l’animo degli angresi.

Ogni anno in calce alla sua lettera una particolare dedica. Il suo pensiero oltre a essere rivolto alla nonna è stato dedicato all’amico Alessandro Longobardi. Frasi semplici e ricorrenti ma particolarmente cariche di attenzione verso il mondo in evoluzione che coinvolge anche il suo paese e che, chiaramente, ha bisogno di semplicità e di messaggi come quelli lanciati da Lino.

Il mittente sono i suoi concittadini che Lino raggiunge attraverso il social e le relazioni che tesse ogni giorni per strada, portatore del verbo della semplicità e dell’amicizia.

L.V.