Scafati. Decadenza Cucurachi, interviene il Prefetto

Decadenza del consigliere del Pd Marco Cururachi, il Prefetto vuole vederci chiaro. Dalla Prefettura è arrivata una nota indirizzata al presidente del Consiglio comunale, Pasquale Coppola. A chiedere l’intervento del Prefetto era stato lo stesso Cucurachi che aveva contestato la procedura di decadenza avviata nei suoi confronti per una sua presunta situazione debitoria con la società che si occupa della riscossione dei tributi , a suo avviso illegittima.

“La legalità nel Comune di Scafati è un concetto sconosciuto – dichiara Cucurachi -. Ho ritenuto necessario informare il Prefetto, Massima Autorità di controllo dell’attivita’ amministrativa degli Enti Locali, perchè ritengo che la procedura di decadenza sia stata avviata illegittimamente ed in violazione di qualsiasi principio costituzionalmente garantito”.

E ancora: “Una proposta di delibera che non conteneva il parere dell’Ufficio Avvocatura con il quale si riteneva “assolutamente legale” attendere l’esito del giudizio contro la Geset – spiega il consigliere del PD -. Il Terrore Amministrativo utilizzato ad personam dalla Segretaria comunale Di Saia, dall’ex sindaco Aliberti e dalla Dirigente Laura Aiello per colpirmi, tacitarmi e neutralizzare la mia attività di opposizione. Questo il leitmotiv da tre anni a questa parte. Ora i responsabili dovranno rispondere al Prefetto e anche all’Autorita’ Giudiziaria in quanto denunciati per abuso d’ufficio e diffamazione”