Crac Amato, chieste condanne per 85 anni

Quasi 85 anni di carcere per ventisei imputati per il fallimento del pastificio Antonio Amato spa. E’ quanto ha richiesto il pm Vincenzo Senatore.

Le pene più pesanti sono state chieste per l’ex deputato Paolo Del Mese, otto anni, e per l’imprenditore di Pontecagnano Antonio Anastasio, sei anni. Due anni e 10 mesi anche per il presidente dell’Ordine nazionale dei Commercialisti, Claudio Siciliotti. Quattro anni la richiesta per l’imprenditore nocerino Enrico Esposito della Esa Costruzioni. Richieste di condanna anche per Antonio Memma del Pastificio Garofalo, e per il collega siciliano Giovanni Giudice, quattro, invece, le richieste di assoluzione. L’accusa per tutti è di bancarotta fraudolenta.

Fonte Il Mattino