Scafatese battuta dal Buccino

Occasione sciupata dalla Scafatese Calcio 1922 che, perdendo in rimonta al “Comunale 28 Settembre” contro il Buccino (che aveva beffato la Scafatese anche all’andata con il medesimo risultato), si fa sfuggire la ghiotta chance di lanciarsi da sola al quinto posto, ultima piazza utile per i play off

Era iniziata benissimo per i padroni di casa con il grandissimo gol, al minuto 19, di Guadagno che prima libera il destro e poi, studiando il posizionamento del portiere avversario, spara letalmente all’incrocio. Il Buccino prova a fare la gara mantenendo il possesso palla, ma la Scafatese si rende pericolosa in ripartenza: al 22’ e al 30’ sono ben due le reti annullate ai canarini, prima a Dell’Arciprete, fermato per sospetto fuorigioco, e poi a Guadagno, il cui colpo di testa in rete viene reso vano da un fallo offensivo fischiato allo stesso Dell’Arciprete. Al 35’ però, il Buccino riesce a scardinare la retroguardia gialloblu e a realizzare la rete del pareggio con un colpo di testa di Vitolo.

Passa soltanto un minuto e Guadagno sfiora il raddoppio ancora con un formidabile tiro dalla distanza, ma stavolta il bolide del bomber si infrange sulla traversa. Allo scadere della prima frazione di gioco ci prova Avallone a portare in vantaggio gli ospiti con un sinistro potentissimo che sibila di poco alla destra pel palo della porta difesa da Marciano. E’ l’ultima azione pericolosa di una prima frazione ricca di occasioni da una parte e dall’altra. Nella ripresa g li uomini di Incitti provano a tenere più il possesso del pallone rispetto al primo tempo e creano la prima azione degna di nota al 48’, con un destro volante di Avino che termina di poco a lato. Al 70’, però, è il Buccino a creare la più ghiotta occasione da gol con una ripartenza finalizzata dal tiro di Siano su cui Marciano è chiamato agli straordinari. Al 78’ azione canarina orchestrata da Guadagno che allarga per Maresca, il cui cross però non viene corretto in rete da Dell’Arciprete; un minuto più tardi è ancora Guadagno a superare il portiere con un pallonetto, ma il pallone viene salvato sulla linea da Iannone. La doccia fredda arriva al minuto 81 quando gli ospiti riescono nuovamente a insinuarsi nell’area canarina e a realizzare la rete dell’1-2 con il tap-in decisivo del numero 9 Avallone.

La Scafatese non si arrende e due minuti più tardi tesse un’ottima azione offensiva che si conclude con l’esterno destro di Maresca che si alza di un niente sulla traversa. All’ultimo secondo di gioco disponibile eccesso di altruismo per Maresca che, anziché tirare, prova a servire un compagno meglio piazzato, ma l’assist è floscio e Coscia riesce a far sua la sfera proprio nel momento esatto in cui il direttore di gara decreta la fine del match. Seconda sconfitta consecutiva per la Scafatese che, fatta eccezione per la gara con la Sanseverinese poi vinta a tavolino, perde per la prima volta in campionato tra le mura amiche.