Meteo. Dopo Pasquetta torna l’inverno

Incubo temporali nel fine settimana e aria gelida dopo Pasquetta. Sono queste le previsioni degli esperti de IlMeteo.it. Oggi è l’ultimo giorno di bel tempo generale sull’Italia, salvo nubi basse con nebbie o foschie sull’alto Tirreno, specie in Liguria, e localmente su Umbria, Nord Lazio, Sud Toscana e qualche piovasco sui rilievi del Nordest. Per domani, vigilia di Pasqua, è previsto un peggioramento del tempo sui settori centro-orientali del Nord, con piogge e locali temporali. Possibili fenomeni anche forti verso sera sulla Romagna. Qualche pioggia su Marche, Nord Appennino, Piemonte e Liguria; sole prevalente altrove.

Antonio Sanò, direttore e fondatore del sito iLMeteo.it, comunica che la giornata di Pasqua trascorrerà con ampio soleggiamento al Nord, salvo rovesci temporaleschi tra Veneto, Friuli Venezia Giulia e localmente Trentino Alto Adige. Più nubi e locali piogge sul medio Adriatico e verso parte del Sud in giornata. Sole sulle aree tirreniche del Centro, sulla Sardegna, sulla Calabria e sulla Sicilia.

Sanò assicura che la Pasquetta trascorrerà all’insegna del sole prevalente su gran parte d’Italia. Vanno segnalati soltanto alcuni disturbi localizzati con qualche breve rovescio o temporale sui rilievi del Nordest, su quelli tra Abruzzo, Frusinate e Molise e localmente sui monti tra Campania, Lucania e Calabria. Temperature stazionarie e sopra la media un po’ ovunque di 2/3°.

Subito dopo il giorno di Pasquetta, sempre secondo le previsioni de IlMeteo.it l’alta pressione delle Azzorre allungherà un suo promontorio verso la Scandinavia, da qui pescherà aria artica che velocemente si incamminerà lungo il bordo orientale dell’anticiclone, verso l’Italia.
Si prevedono peggioramenti dal pomeriggio/sera di martedì 18 con piogge diffuse e temporali su Marche, Romagna, verso Toscana e Lazio orientali, Abruzzo e quindi Molise, Campania e Puglia, ma al Sud precipitazioni di entità minore.

Le temperature saranno in rapida diminuzione dalla sera di Martedì 18. Mercoledì 19 risveglio ampiamente sottozero sui rilievi alpini, prealpini e appenninici, pochi gradi sopra lo zero in Pianura Padana. Giovedì 20, temperature vicine allo zero in Pianura Padana, fino a -8/-10° sulle Alpi. Valori massimi sotto i 15/18° su tutte le regioni.