PD Pagani: “Tonino Esposito Ferraioli simbolo di una città che non si arrende”

“Tonino Esposito Ferraioli rappresenta – con il suo esempio fulgido di lotta al malaffare e alla camorra – il simbolo di una città che non si arrende”. Il circolo paganese del Partito Democratico, intitolato proprio al sindacalista della CGIL barbaramente assassinato sotto l’abitazione della fidanzata da sicari della camorra il 30 agosto 1978 – in una nota – accoglie così con grande soddisfazione il riconoscimento della sezione lavoro della Corte di Appello di Salerno di Tonino Esposito Ferraioli quale vittima della criminalità organizzata per il suo impegno a difesa della legalità e dello sviluppo civile.

“Una battaglia lunga e tortuosa, combattuta in prima fila dal fratello Mario contro le ottusità burocratiche di uno Stato inteso troppo spesso lontano ed ostile. Lo stesso Stato per cui Tonino si è battuto ed ha pagato con la vita la scelta di stare dalla parte della legalità. Nel nome di Tonino e di tutti quelli che hanno speso la propria vita a difesa degli ultimi, degli emarginati, dei più deboli, di chi non ha voce contro le ingiustizie, il circolo paganese del Partito Democratico continuerà a lottare per difendere la dignità e la speranza di un popolo intero”.