Angri. Rete colabrodo. Pronta un’azione nei confronti di Gori

Rete colabrodo. L’amministrazione comunale starebbe valutando seriamente di promuovere un forte azione legale nei confronti del gestore di rete e dei responsabili tecnici. Promotore l’assessore delegato ai lavori pubblici Gaetano mercurio che per il momento starebbe valutato il tipo di azione da attuare.

Sotto accusa le copiose perdite idriche derivanti dalla fatiscenza della rete. Solo negli ultimi mesi che hanno riversato sulle strade del territorio migliaia di preziosa acqua. Perdite che seppure segnalate vengono riparate con netto ritardo. La Gori che gestisce il servizio è già finita sotto accusa.

La rete dei sindaci per l’acqua pubblica nel sarnese vesuviano, appena qualche mese fa ha chiesto formalmente al neo presidente di Acea, Luca Alfredo Lanzalone di svincolarsi dal socio privato di Ercolano.

Lungo e dettagliato l’elenco di disservizi, gravi mancanze e irregolarità gestionali, presentato al numero uno di Acea, il quale ha condiviso le forti preoccupazioni espresse da amministratori e cittadini sulla gestione portata avanti da Gori.