Complesso archeologico di Villa Regina, in corso il restauro della Villa rustica

Una delegazione del comune di Boscoreale, guidata dal sindaco Giuseppe Balzano, accompagnato dal vicesindaco Angelo Costabile, è stata ricevuta stamattina dalla direttrice del sito archeologico di Villa Regina, Annamaria Sodo, che l’ha guidata in visita al cantiere della Villa rustica oggetto, in questo periodo, di lavori di restauro.
Lo stato dei lavori in corso è stato illustrato dal direttore dei lavori, arch. Immacolata Mazza, con il responsabile del procedimento, arch. Immacolata Bergamasco, presente anche l’ispettore di cantiere arch. Vincenzo Pagano.
Gli interventi di restauro del complesso residenziale del primo secolo avanti Cristo, stanno interessando le strutture e gli apparati decorativi della domus, chiusa al pubblico da sette anni.
Il sito, unica “villa rustica” romana del territorio vesuviano scavata per intero, farà parte di un unico tour museale, assieme all’Antiquarium di Boscoreale.
I lavori dovrebbero concludersi entro fine 2018 e consistono nella revisione completa di tutte le coperture della Villa con la sostituzione totale o parziale di quelle danneggiate, e la messa in campo di tutti gli interventi correttivi necessari all’idoneo smaltimento delle acque meteoriche (quali l’estensione dell’aggetto delle falde e l’allontanamento delle acque raccolte dalle strutture archeologiche). Altri interventi interesseranno più direttamente la conservazione degli apparati decorativi e dei manufatti presenti all’interno della Villa: rivestimenti in stucco delle colonne, pavimenti in battuto di coccio pesto, intonaci e dipinti murali, calchi di gesso degli infissi.
Soddisfazione è stata espressa dal sindaco Giuseppe Balzano che ha dichiarato “Ringrazio innanzitutto il prof. Massimo Osanna, direttore generale del Parco Archeologico di Pompei, che ci ha consentito di verificare da vicino lo stato dei lavori. Per noi il rilancio del complesso archeologico di Villa Regina è strategico per sviluppare e incrementare la presenza turistica sul nostro territorio. La sinergia in atto da tempo, che va sempre più consolidandosi, con il prof. Osanna e con la direttrice del sito boschese, dott.ssa Annamaria Sodo, è un valore aggiunto. Da parte nostra faremo ogni sforzo per rendere sempre più accogliente l’area circostante per favorire l’accesso ai turisti”.
Nel corso dell’incontro è emerso il comune intento di potenziare anche la comunicazione, con l’impegno reciproco di avviare, a breve, un tavolo per fare sinergia tra i rispettivi uffici stampa, nell’intento di sviluppare un’efficace promozione del sito.
Compiaciuto anche il vicesindaco Angelo Costabile, assessore all’urbanistica e assetto del territorio, che ha commentato “La nostra attenzione allo sviluppo di quest’area è massima. La riprova sta nell’attuazione del Programma di Recupero Urbano (P.R.U.), con un insieme sistematico di sette opere pubbliche che interessano il quartiere di Villa Regina. Tali interventi sono finalizzati proprio alla riqualificazione e valorizzazione dell’area archeologica. Nel processo di sviluppo di questo nostro patrimonio va rilanciata anche la sinergia con l’associazionismo locale che potrà rivelarsi un utile interlocutore, un valore aggiunto per l’accoglienza e la promozione di questa straordinaria risorsa”.