Polisportiva Sarnese-Manfredonia 1 a 1

La polisportiva Sarnese non va oltre il pari contro la penultima in classifica Manfredonia, 1 a 1 il risultato finale. Una Sarnese non bella, impatta allo Squitieri: tanto il rammarico da parte dei granata per non aver portato a casa i tre punti, quanto piuttosto il terzo pareggio consecutivo, dopo il pari interno con il Gragnano e in trasferta con la Turris. La sarnese non riesce ad andare oltre il pari anche contro i sipontini, in una gara che alla vigilia sembrava facile. Per la gara contro il Manfredonia mister Gazzaneo conferma dieci/undicesimi della formazione scesa in campo domenica scorsa contro la Turris, unica variazione in porta sceglie Di Donato al posto di Russo. Pronti, via: si parte. Al 7′ la Sarnese è già in vantaggio, calcio d’angolo di Nappo: è Arpino a saltare più alto di tutti in piena area di rigore e di testa deposita in rete. Al minuto 11 sono gli ospiti a rendersi pericolosi con Russo di testa, su cross di Joff, palla di poco alta sopra la traversa. Al 16′ Di Donato esce a vuoto, batti e ribatti in area, Romano per poco non ne approfitta, la sua conclusione termina di poco a lato, sfiorando il pari. Al 33′ fiammata sarnese esce Calemme al limite, conclusione di quest’ultimo, palla di poco alta sopra la traversa. Al 35′ ancora Sarnese pericolosa con Favetta, cross dalla sinistra di Gallo sul primo palo per Favetta che di testa di scavalcare Bagnara, la palla termina di pochissimo alto sopra la traversa. Al 43′ Manfredonia vicinissima al pari con Russo, cross di Pozziello per Russo che ci prova di testa, ma Di Donato salva la Sarnese, in tuffo, para. Così con il Manfredonia in avanti termina il primo tempo. Una prima frazione giocata a ritmi bassi, con una manovra lenta da parte dei padroni di casa. Buono il primo tempo dei sipontini che terminano la prima frazione andando in diverse occasioni vicino al pari.

Nella ripresa la Sarnese entra più determinata in campo: diverse le palle Gol ma manca di cinicità sotto porta. Al 14′ Calemme prova la botta, da posizione leggermente defilata a tu per tu con il portiere, ma Bagnara salva il Manfredonia con una bella parata in tuffo. Al 19′ Salvato serve al limite Auriemma che ci prova, ma la sua conclusione termina di pochissimo al lato, alla destra di Bagnara. Al 23′ bellissima azione in ripartenza Nappo serve Salvato che in velocità salta l’uomo serve Favetta che ci prova dal limite, ma la palla finisce di pochissimo a lato. Dopo un buon avvio dei granata, arriva il gol del pari degli ospiti. Al 24′ il neo entrato Trotta pesca il jolly con una botta dai 30 metri e sorprende Di Donato, palla nell’incrocio. Al 38′ Salvato ci prova direttamente su punizione da posizione defilata, Bagnara in tuffo salva. E così dopo 6 minuti di recupero, termina in parità la gara tra Polisportiva Sarnese a Manfredonia.

“Dopo il gol del vantaggio abbiamo avuto un po’ paura e anche se abbiamo avuto qualche altra occasione nel primo tempo, il Manfredonia è venuto fuori abbastanza bene. Nella ripresa abbiamo avuto diverse palle gol e abbiamo comunque giocato bene ma purtroppo, dai gol mancati nostri, subito dopo è arrivato poi l’eurogol del Manfredonia. Un classico gol dai 30 metri che ti punisce. Comunque nonostante tutto, abbiamo una buona classifica: i giovani purtroppo sono fatti così ti danno tanto ma poi in qualche occasione si perdono. Ripeto sono comunque contento di quello che stiamo facendo” dichiara il mister Valerio Gazzaneo. Adesso ci saranno altre gare in una sola settimana contro l’Altamura, il Potenza, ed il Cerignola. Si tratta di tre gare davvero complessa di cui due in trasferta ed il Potenza tra le mura amiche.
“Andremo ad affrontare le prossime gare come ginora abbiamo affrontato le altre partite, con la stessa voglia e la stessa determinazione noi affrontiamo tutte le squadre. Proprio domenica scorsa, abbiamo fatto un’ottima gara contro la Turris e anche in quella circostanza non l’abbiamo vinta per qualche ingenuità sotto porta. Sono comunque molto fiducioso: i ragazzi stanno facendo una gran campionato” conclude Gazzaneo.