Vaccini, Consiglio comunale monotematico a Pagani

Si è tenuto stamani a Pagani il consiglio comunale monotematico avente ad oggetto la discussione sulla legge 119/17 “Disposizioni in materia di prevenzione vaccinale”.

Alla presenza del direttore del distretto sanitario Sarno-Pagani, il dott. Antonio Russo, del Responsabile Centro Vaccinale, il dott. Nunzio Sannino, dei dirigenti scolastici del I e del III Circolo, della Dirigente della Scuola Media Criscuolo, dell’Associazione Autismo fuori dal Silenzio e dell’intero consiglio comunale, é stato affrontato un tema di grande attualità e di interesse per la collettività tutta.
“Ritengo sia stata importante anche la presenza dei rappresentanti dei genitori che hanno seguito la discussione sin dall’inizio – afferma il sindaco Bottone -. Un importante momento che è nato accogliendo l’istanza dell’Associazione Autismo fuori dal Silenzio per affrontare con la collettività questo delicato argomento che merita la dovuta attenzione anche da parte delle Istituzioni. Per questo ho invitato la commissione “Igiene e Sanità” a discutere dell’argomento. Richiesta prontamente accolta dal Presidente, il consigliere Pietro Sessa, che ringrazio per il lavoro svolto. Ritengo, infatti, che il nostro intervento non debba essere a favore o contro le vaccinazioni ma vuole essere teso a lavorare per creare le condizioni ambientali più idonee entro le quali operare scelte – seppur dettate dalla norma – ragionate e consapevoli grazie a giusti tempi di informazione e promozione dell’offerta vaccinale cercando di dare più tempo a chi, in questo momento ha delle importanti valutazioni da fare a tutela della salute dei suoi piccoli. Soprattutto giusti tempi di informazione per quanti vivono situazioni già particolari con bambini affetti da patologie e per i quali i genitori ritengono necessaria una indagine al fine di scongiurare eventuali incompatibilità con la somministrazione di alcuni vaccini.
Il Comune di Pagani sarà quindi promotore nell’elaborazione di un documento che verrà poi presentato agli organi competenti.
Concludo sottolineando che l’attenzione da parte mia e della mia Amministrazione è certamente alta, condividiamo con i genitori le preoccupazioni che si possono vivere e pertanto ci impegniamo affinché si creino le migliori condizioni nelle quali poter agire con calma e nell’esclusivo interesse dei bambini”.