Inseguimento contromano in autostrada dopo una tentata rapina

Tentano una rapina a mano armata e sorpresi dalla polizia scappano e sono protagonisti di un lungo inseguimento, in parte condotto anche contromano sull’autostrada. Si tratta di due cittadini magrebini, il primo di 27 anni, gia’ colpito da provvedimento di espulsione, l’altro di 21 anni, in possesso di un permesso di soggiorno scaduto e proprietario dell’auto priva di assicurazione sulla quale viaggiavano. Ad arrestarli gli agenti del commissariato di San Giuseppe Vesuviano. Il fatto e’ avvenuto nella notte tra domenica e lunedi’.

I due sono stati intercettati sulla SS 286 a bordo di una BMW, dopo che avevano tentato una rapina ai danni degli occupati di una Renault Clio sotto la minaccia di un coltello. L’arrivo della polizia, insospettita dalle due auto ferme, ha evitato la rapina. I magrebini a questo punto si sono dati alla fuga, inseguiti dagli agenti. Inseguimento durato diversi chilometri tanto che gli extracomunitari, per sottrarsi all’arresto, hanno prima imboccato l’autostrada forzando i caselli e, quando i poliziotti ne ha bloccato la corsa, non hanno esitato a fare inversione di marcia, percorrendo alcuni chilometri in direzione Nola sulla corsia di sorpasso. I poliziotti hanno anche loro invertito il senso di marcia, posizionandosi sulla corsia di emergenza con l’attivazione dei segnali luminosi ed acustici per attirare l’attenzione degli altri automobilisti. L’autostrada e’ stata abbandonata a Palma Campania e qui i poliziotti sono riusciti a bloccare i due. Dopo le formalita’ di rito i magrebini sono stati portati nel carcere di Poggioreale. (ANSA)