Pagani in Movimento chiede chiarimenti sulla Tari

Il gruppo di Cittadinanza Attiva “Pagani in Movimento” ha presentato un’istanza protocollata all’amministrazione di Pagani avente ad oggetto la richiesta urgente di chiarimenti sulle modalità di calcolo della tariffa TARI.

L’istanza scaturisce dall’interrogazione parlamentare del Movimento Cinque Stelle, confermata dalle numerose notizie di stampa riguardanti casi di calcolo errato della tariffa relativa ai rifiuti urbani in molti comuni italiani (quota variabile aggiunta oltre che sull’abitazione illegittimamente anche sulle relative pertinenze).

All’amministrazione si chiede di rispondere ai seguenti quesiti:
– se si è incorsi nell’errore di calcolo relativo alla ripetizione della «quota variabile» per ogni pertinenza (garage, cantina, solaio, dipendenza, etc…)?
– nel caso tale calcolo risultasse errato, a quali di questi anni, 2014 – 2015 – 2016 – 2017, fa riferimento?
– infine, sempre nel caso di errore, in che modo e in che tempi tale amministrazione comunale intende restituire il maltolto ai contribuenti?

“Tuttavia – si legge nella nota – da brevi indagini esperite, sembra che nel comune di Pagani, anche in considerazione della modalità di calcolo delle pertinenze, non si siano verificati errori; ad ogni modo il gruppo scrivente è in grado di verificare l’esattezza dell’importo TARI negli anni di applicazione.
Si può richiedere gratuitamente la verifica inviando un messaggio su messenger / facebook o all’indirizzo email salvadanoro@libero.it specificando:
anno d’imposta – metri quadrati – numero componenti familiari.
Tali dati sono rilevabili dall’avviso di pagamento che accompagna i modelli F24”.