Capaccio Paestum. Sostegno alle fasce deboli con il reddito di inclusione

Ai fini dell’attuazione del ReI (Reddito di Inclusione), misura nazionale di contrasto alla povertà, il Comune di Capaccio-Paestum accoglierà, presso gli uffici delle politiche sociali, i cittadini per informarli ed assisterli nella presentazione dell’istanza.

I cittadini potranno incontrare gli assistenti sociali di Ambito (Flora Belmonte, Oriana Esposito, Raffaele Oppo e Maria Cristina Auricchio) secondo il seguente calendario: lunedì-mercoledì-venerdì dalle 8 alle 14 presso gli uffici delle Politiche Sociali a Capaccio Scalo. Nei giorni di martedì e giovedì, invece, gli uffici riceveranno sempre a Capaccio Scalo dalle 11 alle 14 e dalle 15 alle 18.Inoltre, il venerdì gli assistenti sociali riceveranno anche a Capaccio Capoluogo, dalle 8 alle 14, presso gli uffici di via Vittorio Emanuele 1.

«Siamo sensibili e attenti alle esigenze delle fasce più deboli della nostra popolazione. – afferma l’assessore alle Politiche Sociali, Maria Antonietta Di Filippo – Forniremo grazie al supporto di servizi sociali qualificati tutta l’assistenza necessaria per far avere tale beneficio economico a chi ne ha bisogno. Con tutto il comparto istituzionale delle Politiche Sociali, stiamo studiano e portando avanti diverse iniziative finalizzate ad aiutare i più deboli».

«Non ci sarà solo la componente economica perché il REI punta a far superare la condizione di povertà delle persone raggiunte. Per questo si concentrerà sull’occupabilità della persona che lo richiede, analizzando nel complesso la sua situazione e attivando un “progetto personalizzato”. – conclude la consigliera al ramo, Annalisa Gallo – Per la prima volta il nostro Paese ha uno strumento permanente di contrasto alla povertà fondato sul sostegno al reddito e sull’inclusione sociale. Uno strumento che impegna tutte le istituzioni e le comunità locali a stare a fianco dei più deboli»