Napoli:al II Policlinco reparto odontoiatrico bimbi disabili

È stato inaugurato oggi al II Policlinico Universitario di Napoli il reparto di Odontoiatria in sedazione finanziato con 105.000 euro raccolti dalla Curia nel corso dell’asta di beneficenza annuale che si svolse nel dicembre 2016 e alla vendita dei biglietti della trasmissione Rai “Made in Sud”. Nel reparto, spiega il direttore dell’Odontoiatria Pediatrica Aniello Ingenito, ”i pazienti troveranno un troveranno un centro di alta specializzazione per ridare il sorriso a un bambino etichettato come diversamente abile ma uguale agli altri e troveranno anche l’eticita’ che spesso viene a mancare”. Oltre al nuovo reparto, con il ricavato dell’asta 2016 e’ stato finanziato anche l’acquisto di un’autoambulanza per il I Policlinico, con un valore totale di 180.000 euro. “Dobbiamo ringraziare – spiega Ingenito – il cardinale Sepe e i napoletani che hanno contribuito all’asta dell’anno scorso”. L’esigenza del nuovo reparto parte dalla considerazione che in Campania, almeno il 50% dei bambini al di sotto dei 12 anni e’ affetto da patologie orali ed il quadro e’ ancora piu’ preoccupante per i bambini diversamente abili e con patologie sistemiche gravi e gravissime che presentano indici di patologie orali che sfiorano il 100%, a causa delle difficolta’ a espletare le manovre igienico-preventive e i percorsi diagnostico-terapeutici. Il nuovo centro e’ dotato di tutti gli arredi per la degenza dei bambini e dei loro familiari e delle apparecchiature elettromedicali piu’ avanzate ed idonee a gestire le cure orali dei bambini diversamente abili o affetti da gravi patologie sistemiche che risultano molto complesse, tenuto conto dell’elevato grado di rischio e della mancanza di collaborazione da parte dei giovani pazienti. “Prima – ha spiegato Ingenito – potevamo fare solo un’anestesia in bocca che li traumatizzava oppure dovevamo portarli in sala operatoria per somministrare l’anestesia generale con tutti i problemi che comporta. Oggi, unici in Italia, abbiamo la tappa intermedia e offriamo una sedazione anestesiologica e una sedazione cosciente. Possiamo lavorare direttamente sul bambino immobilizzato su una sedia e rotelle questo ci permette di lavorare rapidamente: il bambino entra la mattina alle otto e se ne va alle cinque del pomeriggio con i denti recuperati”.(ANSA)