Nas in azione nel salernitano

Conterolli serrati dei carabinieri del Nas nel salernitano. Sono scattati provvedimenti amministrativi per un totale di oltre due milioni e mezzo di euro, le chiusure “ad horas” di un caseificio, di due esercizi di ristorazione, di tre pasticcerie, di vari depositi adibiti allo stoccaggio di prodotti alimentari, e alla sospensione dell’attività di somministrazione di alimenti in cinque stand enogastronomici. Relativamente all’impiego di dipendenti non in regola denunciati a piede libero due imprenditori ed elevate sanzioni amministrative per 30.000 euro. Sequestrati carni, salumi, prodotti ittici, lattiero caseari e dolciumi, in alcuni casi detenuti in pessimo stato di conservazione, in altri non erano “tracciati”.

A Salerno sequestrati circa 60 panettoni di cui non è stato possibile stabilire la tracciabilità, in una pasticceria del centro storico. Nei giorni precedenti i carabinieri avevano ispezionato circa 20 stand enogastronomici nei mercatini natalizi, sospendendo la preparazione e manipolazione degli alimenti in 5 di questi, che versavano in precarie condizioni igienico-sanitarie e strutturali.

Nell’area nord, chiuso un ristorante a Tramonti, a causa delle precarie condizioni igienico sanitarie e strutturali, e nel quale sono stati sequestrati circa 50 chili di alimenti non tracciati. Scendendo dai Monti Lattari, i militari del maggiore Ferrara si sono fermati in un pastificio al cui titolare sono state contestate sanzioni amministrative per un importo di oltre 7.500 euro a causa delle violazioni della normativa sulla sicurezza sui luoghi di lavoro.

A Scafati sono state chiuse due pasticcerie di circa 140 metri quadrati per precarie condizioni igienico sanitarie e strutturali degli ambienti ispezionati e sequestro di circa 1400 chilogrammi di prodotti dolciari non tracciati.

A Sarno una pasticceria è stata immediatamente chiusa a causa delle precarie condizioni igienico sanitarie e strutturali. All’interno sono stati sequestrati 150 chilogrammi di dolciumi non tracciati, contestate otto sanzioni amministrative per oltre 20.000 euro perché sono stati trovati sette dipendenti irregolari.

I carabinieri sono stati anche a Baronissi dove hanno controllato due pasticcerie, insono stati sequestrati oltre 30 chili di dolciumi non tracciati e nell’altra 600 chili, sempre per non tracciabilità dei prodotti. I militari hanno operato anche nella zona sud della provincia. A Montesano sulla Marcellana hanno sottoposto a sequestro circa 1500 chili di prodotti lattiero caseari in cattivo stato d conservazione in un caseificio che è stato chiuso per le gravi condizioni iginieco sanitarie-strutturali ed organizzative in cui versavano gli ambienti ispezionati.

A Pontecagnano sono stati controllati due ristoranti all’interno dei quali sono stati sequestrati circa 500 chili di alimenti in pessimo stato di conservazione e chiusi due depositi di alimenti in gravi condizioni igienico sanitarie e strutturali.

Nas in azione anche ad Eboli dove in una pasticceria sono finiti sotto sequestro oltre 150 chili di dolciumi non tracciati, e in un’altra rivendita di dolciumi ma a Battipaglia è stato inibito l’uso di un deposito di alimenti di circa 50 metri quadrati a causa delle precarie condizioni igienico sanitarie e strutturali.