A Natale ospitare a pranzo in casa un povero senza dimora

Nessuno puo' essere escluso o rifiutato

“Rinnovo l’invito a ospitare a pranzo nella nostra casa un povero senza dimora, che puo’ essere segnalato dalla Caritas o dalla san Vincenzo della parrocchia”.

Sono le parole di monsignor Cesare Nosiglia, arcivescovo di Torino, durante la Messa del giorno di Natale, celebrata in Duomo.

“Fare spazio a Dio – ha osservato – significa fare spazio all’uomo, ad ogni uomo, soprattutto solo, malato o senza diritti e scartato da tanti, perche’ entri da amico nella nostra casa, nella nostra vita”. “Nessuno – ha aggiunto Nosiglia – puo’ essere escluso o rifiutato”.

(ANSA)