La Guardia di Finanza sequestra due depositi di rifiuti speciali e una discarica abusiva

I finanzieri del comando provinciale della guardia di finanza di Napoli, nel corso di due distinti interventi, hanno sequestrato 2 depositi di rifiuti speciali ed una discarica abusiva di materiali pericolosi e non.

A Striano, al termine di una mirata attività info-investigativa, i finanzieri del gruppo di Torre Annunziata hanno individuato un capannone dove erano stoccate balle di rifiuti costituiti da pellami, stracci di indumenti, calzature, borse. I prodotti, per un peso complessivo di oltre 278 tonnellate, erano stati ammassati all’interno dei depositi senza alcuna autorizzazione amministrativa, nonchè certificazione di prevenzione incendi rilasciata dal competente ufficio provinciale. Tre responsabili sono stati denunciati con il contestuale sequestro dei depositi e di tutto il materiale.

Nell’altro intervento, i finanzieri della compagnia di Castellammare di Stabia, nel corso di un’attività info-investigativa scaturita dallo sviluppo di elementi raccolti nello specifico settore, hanno scoperto un fondo agricolo di oltre 18.600 mq, all’interno del parco regionale dei Monti Lattari, dove erano state sversate oltre 250 tonnellate di rifiuti speciali e non del tipo: amianto in tubi e lastre, parti di veicoli (batterie, paraurti, pneumatici, ecc.), elettrodomestici in disuso (lavatrici, frigoriferi, ecc.), materiale elettronico dismesso (televisori, computer, stampanti, modem, ecc.), scarti sartoriali, secchi già contenenti pitture e vernici, residui di guaine bituminose, scarti di macellazione e carcasse animali, lamiere, plastiche, ecc..
L’intera area è stata sequestrata e il responsabile è stato denunciato.

Agro24Spot