Caso sicurezza a Scafati, pressing del gruppo “Scafati Arancione”

Il portavoce Francesco Carotenuto: “Massima fiducia nelle forze dell’ordine che operano sul territori e nessuna polemica con chi svolge il proprio ruolo con abnegazione”.

«Massima fiducia nelle forze dell’ordine che operano sul nostro territorio nonostante le molte difficoltà, con carenze organiche e di mezzi». Il gruppo Scafati Arancione, a seguito della lettera inviata al ministro dell’Interno, Marco Minniti, e al prefetto di Salerno, Salvatore Malfi, torna sulla questione sicurezza, testimoniando vicinanza a coloro che quotidianamente operano per la tutela dei cittadini nella città dell’Agro.

Francesco Carotenuto, referente dell’associazione, rimarca «gli aspetti specificamente chiari che non si evincono dalla precedente nota. La dovuta premessa è che tutti i corpi impegnati nei controlli godono della nostra massima fiducia. Il riferimento all’assenza di controlli si riferiva non certo all’inefficacia dei controlli stessi delle forze impegnate sul territorio, tra cui i “baschi verdi”, ma esclusivamente all’estensione territoriale a cui è relegato tale servizio. Allo stesso tempo, come si può rilevare, le nostre battaglie nel corso degli anni e le nostre richieste sono relative al supporto che queste forze dovrebbero ricevere con l’incremento di strumenti e risorse umane e tecnologiche, come nel caso della videosorveglianza a Scafati. Mai ci saremmo sognati di polemizzare con chi ogni giorno svolge il proprio ruolo con abnegazione e in mezzo a oggettive difficoltà».