Pagani. Poc Madonna delle Galline, affondo FdI: “Il 95% del finanziamento per le spese natalizie”

Raffaelina Stoia
Raffaelina Stoia

Il gruppo consiliare di Fratelli d’Italia di Pagani punta ancora una volta l’attenzione sul progetto Madonna della Galline finanziato con fondi Poc e contesta le scelte operate dai comuni coinvolti.

“Sin da Giugno 2017 abbiamo affermato che il Progetto Madonna delle Galline, finanziato con fondi comunitari per € 130.000,00, tutto era tranne che un concreto e reale progetto per l’ulteriore valorizzazione di una tradizione sacra e conosciuta in tutto il Mondo – si legge nella nota a firma di Raffaelina Stoia -., Alla data odierna, e per quanto è dato sapere mancando ancora all’appello le eventuali somme spese nel Comune di San Marzano Sul Sarno, il 95% dell’importo finanziato è stato speso per “le festività Natalizie 2017” (nei Comuni di Pagani, San Valentino Torio e Sarno) e per conferire l’incarico alla società DAMA SRL”.
FdI fornisce nel dettaglio l’elenco delle spese sostenute

“Ad oggi, infatti – prosegue il comunicato – sono state spese le seguenti somme: Luminarie natalizie 48.800,00; Incarico DAMA SRL Semplificata di Lapio (AV) 37.999,34; Gruppo Zero Due “I Cortili della Memoria” 13.620,00; Accademia Creativa di Città di Castello 6.226,00; Crazy Animation di Sarno 17.400,00. Per un totale pari ad € 124.045,30”.

Poi, l’affondo: “Ovviamente, ed era scontato essendo notoriamente carbonaro il metodo di amministrazione del Sindaco inadeguato, queste somme sono state spese con Determine adottate dal factotum Avv. Serritiello Giuseppe (fatta eccezione per le Luminarie natalizie), sulla scorta di richieste effettuate e di riscontri avuti in sole 24 ORE (12 e 13 Dicembre 2017), rese esecutive a manifestazioni avvenute (29 Dicembre 2017) e pubblicate all’Albo Pretorio on line solo in data 09 Gennaio 2018, cioè 20 giorni e più dopo l’adozione e quando ormai nessun controllo sulla reale e corretta esecuzione delle attività poteva essere effettuata – conclude FdI -. Rispetto a tale scempio non ci sono parole adeguate per cui come Gruppo Consiliare FDI ci limitiamo solo a rendicontare documentalmente quanto avvenuto e a dimostrare con i fatti quante bugie vengono quotidianamente raccontate dal Sindaco inadeguato e dal Pro Sindaco Donato che, ormai, riassume su di sé le famose tre “ scimmiette siciliane”: Non vedo, non sento, non parlo”.