San Marzano. Monetizzazione delle aree da destinare a standard urbanistici, voto favorevole dell’opposizione

Con il voto favorevole dell’opposizione, la giunta del Comune di San Marzano Sul Sarno ha approvato, nell’ultima assise del 2017, le procedure utili alla monetizzazione delle aree da destinare a standard urbanistici. Nello specifico si tratta delle quantità minime di spazi pubblici aperti e coperti, riservati alle attività collettive, all’edilizia scolastica, al verde, ai parcheggi, che devono essere cedute al comune per ogni intervento edilizio. Vincenzo Marrazzo, consigliere comunale di opposizione, ha votato favorevolmente dopo l’appello del capogruppo di minoranza, Filomena Fallo, che ha chiesto al sindaco Cosimo Annunziata di destinare i fondi alla sistemazione delle strade cittadine e delle scuole.

“Con questo atto – commenta Marrazzo – si è voluto dare impulso agli interventi edilizi che vanno nella direzione del riuso del patrimonio edilizio esistente e di una maggiore efficienza energetica, perseguendo il duplice obiettivo di evitare di consumare suolo e supportare un settore che risente pesantemente dell’attuale congiuntura economica. Io ho votato favorevolmente per senso di responsabilità, dopo l’appello lanciato dal capogruppo di opposizione al sindaco”.

Ma ora Marrazzo si aspetta un segnale dalla Giunta. “Gli oneri che i cittadini pagheranno vengano destinati a qualcosa di buono per la comunità”, ha detto il consigliere comunale. “Penso alla manutenzione delle strade, ma anche per sostituire i contributi volontari che le famiglie, ogni anno, pagano agli insegnanti delle scuole cittadine. Si acquistino fogli e altri beni di consumo utili al futuro dei nostri figli. Mi aspetto la massima collaborazione dall’amministrazione comunale”.