Blitz del Noe a Roccapiemonte, scatta il sequestro

Attività di gestione di rifiuti non autorizzata in area non idonea. Denunciate due persone

I Carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Salerno, agli ordini del Maggiore Giuseppe Capoluongo, hanno apposto i sigilli di sequestro ad un’area ubicata nel Comune di Roccapiemonte.

Nell’ambito delle attività di monitoraggio e controllo sul rispetto della normativa ambientale, i ilitari hanno ispezionato l’area comunale in prossimità del centro abitato di Roccapiemonte, accertando che è stata utilizzata in modo non idoneo per lo stoccaggio di rifiuti speciali non pericolosi. I rifiuti risultavano interamente esposti agli agenti atmosferici ed accantonati alla rinfusa in adiacenza al Torrente Solofrana, affluente del fiume Sarno.

Al termine degli accertamenti, i carabinieri hanno proceduto al sequestro dell’intera area che si estende per circa 1.000 mq, e denunciato al momento i responsabili dell’attività di gestione di rifiuti non autorizzata in area carente dei requisiti previsti dalla legge vigente.
L’attività d’indagine è coordinata dalla Procura della Repubblica di Nocera Inferiore.