Un Fiocco per il Giorno del Ricordo

In occasione del Giorno del Ricordo, i ragazzi di Gioventù Nazionale Salerno hanno simbolicamente attaccato dei fiocchi tricolori vicino le vie che ricordano i luoghi d’Istria, Fiume e Dalmazia nel capoluogo cittadino. “Un’iniziativa tesa a sensibilizzare tutti i cittadini salernitani su una pagina di storia ancora troppo poco conosciuta e raccontata”, si legge in una nota.

“Il nostro gesto è stato un omaggio dovuto a chi ha pagato la vita solo perchè italiano – dichiara Domenico Masullo, Presidente Provinciale di Gioventù Nazionale -. In un momento storico in cui appartenere ad una comunità di popolo viene visto come desueto e fuori moda, abbiamo voluto, invece, ricordare chi è morto proprio perchè non voleva rinunciare alla sua identità e storia. Il dramma delle Foibe e dell’esodo giuliano dalmata oggi è ancora poco approfondito e viene liquidato con sufficienza dall’elite culturale italiana convinta che sia un dramma di parte ignorando, però, le vicende storiche ed umane che lo hanno accompagnato. L’essere uomano, accecato dall’odio e dalla voglia di supremazia può compiere gesti barbari e crudeli, e questi sono l’esempio”, conclude Domenico Masullo.

“Salerno oggi si è svegliata con dei fiocchi tricolore, simbolo del Giorno per il Ricordo, appesi su via Fiume, Via Zara e Via Dalmazia, come gesto di memoria per una pagina di storica tragica e dolorosa – aggiunge Davide Dianese, Coordinatore per la Città di Salerno di Gioventù Nazionale -. Il nostro è stato un gesto umile e semplice che aveva la sola finalità di far riflettere la nostra città su quegli accadimenti. Le Foibe e l’esodo non sono una storia di parte, ma riguarda tutti gli italiani: dall’esercito slavo, infatti, furono trucidati civili, partigiani rossi e bianchi, uomini militari e di governo con l’accusa di essere italiani. Salerno non poteva non ricordare, noi abbiamo lanciato un messaggio nella speranza che possa essere colto dalla cittadinanza specie dai giovani”, conclude Davide Dianese.

foto dal web