Cava. Giornata Mondiale della Poesia

In occasione della 18° edizione della Giornata Mondiale della Poesia, l’Amministrazione Servalli, di concerto con l’ideatrice Annamaria Armenante e con la Biblioteca Comunale, intende celebrare e promuovere l’arte poetica, invitando i cittadini, gli studenti e tutti coloro che ne riconoscono il ruolo privilegiato nella promozione del dialogo e della comprensione interculturale, della comunicazione e della pace, a comporre una poesia e depositarla in un apposito contenitore che sarà disponibile presso il Palazzo di Città.
Dal 21 al 31 marzo tutti coloro che intendono partecipare, possono lasciare il proprio componimento nel grande vaso di terracotta che sarà disponibile presso la Sala del Consiglio, al primo piano di Palazzo di Città.
“La poesia – afferma Annamaria Armenante – è un mezzo diretto di comunicazione, è quanto di più reale esista perché non mediata dalla razionalità. Occorre, soprattutto, in tempi ove l’ unico valore è il profitto, praticare l’umanesimo. Abbiamo scelto il cartaceo perché si inserisce nel progetto di ridimensionamento degli strumenti telematici. Ogni scritto sarà conservato e accessibile presso la civica biblioteca. Mi auspico che in qualche maniera la poesia possa arrivare a parlare nei non luoghi, penso alle catene commerciali, agli autobus di linea, alle ferrovie, ai luoghi svantaggiati. Mi corre infine l’obbligo di ringraziare il Sindaco di Cava de’ Tirreni che con grande sensibilità, arricchendola di contenuti, ha accolto la proposta. Con l’augurio che ciò possa giovare, ricordo anche che il 21 marzo è nata la nostra grande poetessa Alda Merini che usava ripetere che il poeta regala sogni”.
Tutte le poesie inedite che perverranno devono riportare i dati anagrafici con recapito telefonico e mail e saranno conservate presso la Biblioteca Comunale e si procederà, attraverso sponsorizzazioni, alla pubblicazione di una agenda cavese di poeti.
La Giornata Mondiale della Poesia è stata istituita dalla XXX Sessione della Conferenza Generale Unesco nel 1999 e celebrata per la prima volta il 21 marzo seguente.
“Ho accolto immediatamente la proposta della dott.ssa Armenante che si inserisce nel solco della promozione di una coscienza culturale che siamo impegnati a sostenere in tutti gli ambiti – afferma il Sindaco Vincenzo Servalli – La poesia è certamente una delle espressioni più alte della creazione umana. L’auspicio è che soprattutto i giovani ne possano essere contagiati per una generazione votata alla bellezza”