Scafati. Polo scolastico, Cucurachi: “Lo Stato c’è”

“La Commissione Staordinaria, presieduta dal Prefetto Manari, nominata a seguito dello scioglimento del Comune di Scafati per infiltrazioni camorristiche, inserisce al primo posto tra le priorità del Piano Triennale delle Opere Pubbliche, la realizzazione del Polo Scolastico, un’opera da dieci milioni di euro, mai realizzata, diventata rovina tra demolizione del vecchio e storico palazzetto dello sport, contenziosi milionari, esistenza di rifiuti pericolosi e indagini della magistratura”. Così in una nota Marco Cucurachi del Pd.

“Queste sono le risposte dello Stato a chi ha distrutto la speranza di tante famiglie e tanti giovani, questa è la luce che ridà a noi Scafatesi il desiderio di combattere e di lottare per la costruzione di un nuovo percorso, sociale, culturale, economico e politico, nel quale deve prevalere l’interesse di tutti e non dei pochi – va avanti -. Le macerie lasciate da un’amministrazione disastrosa sotto tutti i punti di vista vanno dimenticate e bisogna credere nello Stato, sempre e comunque, anche quando prevale il senso dell’abbandono che, personalmente, non ho mai avuto per educazione, formazione e professione”.