Angri. Isola ecologica. Guerra aperta ai furbetti del sacchetto

L’azione ha permesso di risalire all’identità di chi ha conferito in modo scorretto i rifiuti nei pressi della struttura mobile installata solo qualche settimana fa

Guerra aperta ai furbetti del sacchetto selvaggio. L’assessore delegato all’ambiente Maria Immacolata D’Aniello coadiuvata dalle guardie ambientali e gli addetti dell’azienda speciale Angri Eco Servizi sono entrati in azione rovistando nella micro – discarica che si è formata nei pressi dell’isola ecologica in via Nuova Cotonerie posizionata nel parcheggio delle ex MCM.

L’azione ha permesso di risalire all’identità di chi ha conferito in modo scorretto i rifiuti nei pressi della struttura mobile installata solo qualche settimana fa. Durante le operazioni di controllo sono stati individuati anche alcuni individui della zona attraverso l’esame dei sacchetti che contenevano dati utili riconducibili ai responsabili del conferimento.

“Non molleremo continueremo a lavorare alacremente per far sì che la nostra città sia rispettata da tutti” dice l’assessore Maria Immacolata D’Aniello.