Nas, controlli nel salernitano

Il Nucleo Carabinieri Antisofisticazione e Sanità di Salerno procede nella sua attività di controllo anche nel settore alimentare, intensificando l’attività di contrasto alla commercializzazione di prodotti non tracciati e/ conservati in cattivo stato di conservazione, potenzialmente nocivi per il consumatore. In particolare, insieme al personale dell’ASL competente per territorio  e dell’Ispettorato Centrale Repressioni Frodi di Salerno, i militari hanno controllato a Roccadaspide, una rivendita di mangimi e prodotti per l’agricoltura, sono stati sequestrati  10.000 chilogrammi di soia OGM non tracciati, nonché elevate contravvenzioni per un totale di circa 2.000 euro.

A Cava dè Tirreni effettuate verifiche presso un bar-pasticceria, sottoposti a sequestro 50 Kg. di prodotti alimentari non tracciati, nonché disposta la chiusura  dell’intero laboratorio di produzione per le gravi non conformità igienico strutturali degli ambienti ispezionati.

A Siano, controllata un’ attività di ristorazione, sottoposti a sequestro circa 30 Kg. Di alimenti non tracciati.

A Durazzano (BN), verifiche in u ristorante-pizzeria, sottoposti a sequestro circa 80 Kg. di prodotti alimentari non tracciati, nonché disposta la chiusura  dell’intera attività per le gravi non conformità igienico strutturali degli ambienti ispezionati.

A Sala Consilina, verifiche in una  rivendita di mangimi e prodotti per l’agricoltura, sottoposti a sequestro 2.700 Kg. Di grano duro e farine di soia, prive di tracciabilità, indispensabile per la sicurezza alimentare.

A Scafati controlli in un’ industria conserviera, sottoposti a sequestro circa 1.000 litri di olio d’oliva, privi di tracciabilità, indispensabile per la sicurezza alimentare.