Pagani. Verso le amministrative. Scontro D’Onofrio-Gambino

“Nessuno si è proposto, laddove decidessi insieme al mio partito di candidarmi di certo non dovrei chiedere il permesso a Gambino”. Così ai microfoni di Agro24 il dirigente di Fratelli d’Italia Massimo D’Onofrio che, parlando delle amministrative del prossimo anno a Pagani, ha voluto replicare alle dichiarazioni nei giorni scorsi dal consigliere regionale ed ex sindaco della città.

Gambino, ex FdI oggi esponente di Noi con l’Italia, nel corso di una lunga intervista rilasciata al nostro sito nell’ambito della trasmissione “Polis”, facendo riferimento al futuro candidato sindaco del centrodestra ha affermato: “Credo che chi è stato già bocciato in passato non possa riproporsi”.

Pagani. Salerno. Polis. Gambino parla dei progetti per la sua città

Pagani. Salerno. Polis. Gambino parla dei progetti per la sua città #polis #agro24

Pubblicato da agro24.it su Sabato 21 aprile 2018

Parole che non sono sfuggite a D’Onofrio che, uscito sconfittonel 2014 dallo scontro diretto al ballottaggio con Salvatore Bottone, si è sentito chiamato in causa.

“Forse faceva riferimento a Raffale Fitto, suo leader politico che è stato bocciato alle politiche – ha replicato D’Onofrio -. Io ho affrontato una campagna elettorale, quattro anni fa, sulle macerie e con un centrodestra spaccato. Nel 2002 e nel 2007 eravamo tutti quanti uniti, era bello vincere facile. Io, invece, avevo una parte del centrodestra contro”.

Infine, l’appello di D’Onofrio a “guardare alle priorità della città”e a “mettere in campo le migliori energie possibili”, evitando “personalismi ed egocentrismi”.

Segue servizio video