Pasquetta. Gita fuori porta per 11 milioni di italiani

E' evidente la voglia di evasione degli italiani spinti dal caldo e dal sole dopo un inverno freddo e piovoso. Non solo relax ma anche gastronomia

Pasquetta. Gita fuori porta per 11 milioni di italiani. Varie le opzioni di svago: con il classico picnic nel verde nel rispetto della tradizione al mare, in montagna, in campagna o fuori e dentro le città. E’ quanto emerge dall’analisi Coldiretti/Ixè per la Pasquetta.

E’ evidente la voglia di evasione degli italiani spinti dal caldo e dal sole dopo un inverno freddo e piovoso. Non solo relax ma anche gastronomia. I piatti più gettonati nei picnic del Lunedì dell’Angelo si classificano – sottolinea la Coldiretti – lasagne, salumi, formaggi, uova sode e le tradizionali grigliate sul posto a base di carne, pesce e anche verdure. Non mancano pero’ polpette, frittate di pasta o di verdure, pizze farcite, ratatouille e macedonia, ma anche colomba farcita da creme realizzate con la ‘cucina del giorno dopo’ favorita dalla tendenza a ridurre gli sprechi.

Il menù infatti principalmente è a base degli avanzi della Pasqua per la quale gli italiani – stima la Coldiretti – hanno speso oltre 1,2 miliardi di euro a tavola restando nell’87% dei casi tra le mura domestiche. Oltre 350mila persone – continua la Coldiretti – hanno deciso di pranzare a tavola in un agriturismo a Pasquetta per cogliere l’opportunità di trascorrere una giornata lontano dalle città senza rinunciare alla comodità e alla protezione garantita dall’ospitalità delle aziende di campagna.

Molte delle 23mila aziende agrituristiche presenti in Italia – sottolinea la Coldiretti – si sono attrezzate con l’offerta di alloggio e di pasti completi ma anche di colazioni al sacco o con la semplice messa a disposizione spazi per picnic, tende, roulotte e camper per rispettare le esigenze d’indipendenza di chi ama prepararsi da mangiare in piena autonomia.

La Presse – Immagine dal web