Angri. Il rifacimento del ponte di Via delle Fontane è possibile

Un iter lungo che ha avuto origine nel 2015 quando l’Amministrazione Ferraioli, approvò, con delibera di giunta, il progetto definitivo per la realizzazione di un nuovo viadotto

Il rifacimento del ponte di Via delle Fontane è possibile. Ci crede il primo cittadino Cosimo Ferraioli che ha già consegnato nelle mani dei tecnici della Rete Ferroviaria Italiana tutta la progettazione per il rifacimento della struttura. Un iter lungo che ha avuto origine nel 2015 quando l’Amministrazione Ferraioli, approvò, con delibera di giunta, il progetto definitivo per la realizzazione di un nuovo viadotto di collegamento tra Via delle Fontane e l’intersezione con la Strada Statale 18 “Tirreno Inferiore”.

Un’opera, già nei progetti della vecchia amministrazione Mauri e di quella provinciale allora guidata da Edmondo Cirielli. La sua realizzazione dovrebbe costare circa 3milioni e 800mila euro e potrebbe essere finanziata con l’intercettazione ad hoc di fondi regionali e comunitari.

L’opera, quella del “ponte”, ebbe una sua controversa genesi, non fu mai realizzata e bloccata da una “questione politica” tra l’allora sindaco di Angri Pasquale Mauri, che ricopriva anche il ruolo di consigliere provinciale, e l’allora assessore alle finanze della Provincia Antonio Squillante. Otto anni dopo ci riprova, ancora, l’amministrazione Ferraioli che ha dato ampio mandato, al suo staff di esperti, d’intercettare i fondi per la definitiva realizzazione di un progetto utile alla mobilità dell’agro.