Ospedale Umberto I, vertice all’Asl

Questa mattinapresso la sede di via Nizza a Salerno, si è tenuta una riunione richiesta dal sindaco di Nocera Inferiore avv. Manlio Torquato tra la Commissione Sanità del Comune di Nocera Inferiore e la direzione generale dell’ASL Salerno. Erano presenti il direttore generale dell’ASL Salerno dott. Antonio Giordano, Il direttore sanitario dell’ospedale di Nocera Inferiore dott. Alfonso Giordano e per la Commissione Sanità il presidente, Vincenzo Stile, e i commissari Renato Guerritore, Saverio D’Alessio, Manuela Citarella e Tonia Lanzetta.

L’ordine del giorno verteva principalmente sui problemi dell’Ospedale Umberto I di Nocera Inferiore.

“Si è svolto in un clima di reciproca collaborazione che ha attestato l’impegno gestionale dei vertici ASL sull’Ospedale e la funzione di vigile sorveglianza da parte dell’amministrazione comunale sui servizi offerti ai cittadini – spiega Vincenzo Stile presidente della commissione sanità -.
Sulla questione del personale infermieristico è stato assicurato dalla Direzione Generale che dal mese di settembre entreranno in servizio le unità previste dal bando di mobilità. Esse non saranno soltanto 30 come era previsto ma saranno almeno del 50% in più. Per quanto riguarda la questione della contrazione del personale dovuto alle ferie estive: la Direzione Generale, non potendo provvedere secondo la normativa vigente ad assunzioni temporanee, ha assicurato che il Pronto Soccorso durante i mesi estivi non verrà assolutamente depotenziato ma manterrà gli stessi livelli di occupazione e assistenza degli altri mesi dell’anno, malgrado il numero di accessi nel periodo estivo cali. È stato altresì ha assicurato che se ci saranno accorpamenti e contrazioni riguarderanno servizi meno utilizzati durante tale periodo. Consci che il personale che entrerà in servizio nei prossimi mesi non basterà a colmare i vuoti di pianta organica dell’ospedale Umberto I, i quali a malapena riescono a coprire in modo parziale il turnover, si spera nell’approvazione definitiva dello sblocco di 4000 assunzioni in Campania previsto dal Ministero della Sanità nel Def appena le questioni governative in atto lo permetteranno. Di queste 4000 assunzioni 650 saranno quelle destinate all’ASL Salerno. Ovviamente la ristrutturazione edilizia e la questione del personale restano gli obiettivi principali di lavoro sia della Direzione Generale che delle aspettative del Comune di Nocera Inferiore.
La Direzione Generale – prosegue la nota -. ha ribadito il continuo e costante impegno per rafforzare l’ospedale Nocerino, con la ristrutturazione completa, nella struttura e nelle apparecchiature, del reparto di rianimazione e con l’impegno che per la fine dell’anno saranno attivati anche gli altri 4 posti di osservazione breve in pronto soccorso”.
La riunione si è conclusa con la promessa di aggiornarsi al mese di settembre.