“Contributi sballati per gli operatori idraulico forestali”, l’Inps risolve il problema dopo la segnalazione dei sindacati

Lunedì scorso, su richiesta dei sindacati provinciali di Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil, si è tenuto presso la sede provinciale dell’Inps di Salerno un incontro per affrontare la problematica relativa alla contribuzione figurativa dei periodi di cassa integrazione agricola per gli operai a tempo indeterminato mancante nell’estratto contributivo.

“Molti lavoratori come gli idraulico forestali, nel richiedere l’estratto contributivo all’Inps notavano una mancanza di contribuzione legata al periodo di cassa integrazione e che nel caso di pensionamento per assegno ordinario d’invalidità, anzianità e vecchiaia non si vedevano calcolati la contribuzione per la prestazione sopra indicata”, ha detto Aniello Garone, segretario provinciale della Fai Cisl, che da tempo segue la vertenza con i colleghi Giovanna Basile della Flai Cgil e Ciro Marino della Uila Uil.

Nell’incontro tenuto con il direttore provinciale dell’Inps, Ciro Toma, e il suo vice, Alberto Cicatelli, e con il presidente del Comitato Provinciale dell’Istituto di previdenza sociale, Giovanni Dell’Isola, si è preso atto di tale criticità legato a una mancanza di allineamento informatico tra le procedure dell’Inps. A tal proposito, la direzione salernitana dell’Inps, al fine di poter arrivare a una soluzione, si è resa disponibile ad attivare una verifica sulle posizioni individuali dei lavoratori tramite specifica richiesta di rilascio dell’Ecocert.

“Tale procedura consentirà ai funzionari dell’Inps di aggiornare la posizione contributiva includendo i periodi di cassa integrazione fruiti dai lavoratori”, ha detto Garone. “Siamo soddisfatti dell’esito della riunione. Invitiamo i lavoratori interessati a recarsi presso le loro strutture sindacali per attivare le procedure di riallineamento contributivo”.