Degrado nell’area parcheggio di Corso Italia, la denuncia di Confesercenti Angri

“Sembrano essere tutti sordi alle nostre richieste di lotta al degrado e all’incuria”. Così esordisce il Vicepresidente Vicario Confesercenti Provinciale Salerno e Presidente della delegazione territoriale angrese, Aldo Severino . “L’area di prolungamento Corso Italia adibita a parcheggio, che la nostra associazione in passato ha avuto in affidamento, regolamentandone chiusura e apertura con divieto di sosta notturna e realizzando interventi di manutenzione per avere maggiore sicurezza e pulizia, versa ora in condizioni disastrose – spiega – incuria con erba alta, topi, rifiuti e sporcizia di ogni genere la fanno da padrone, e a tutto questo si sono aggiunti sversamenti di materiale di ogni genere che confermano quello che da molto tempo urliamo: una vera e propria discarica a cielo aperto, è l’esatto contrario di come si dovrebbe tenere la cosa pubblica”.

E ancora: “Purtroppo – prosegue Severino – all’inciviltà di molte persone si accompagna l’abbandono da parte delle istituzioni, in questo modo diamo una pessima immagine della nostra città, per questo urge un intervento delle istituzioni competenti. La zona è interessata da un progetto di affidamento mediante bando di gara, che prevede l’abbattimento della struttura scolastica, la realizzazione di tanto verde pubblico ed un parcheggio interrato, con l’individuazione del soggetto finanziatore. A che punto è questo progetto? Immaginiamo che il tutto non verrà realizzato in tempi brevi e quindi è paradossale che lo spazio adibito a parcheggio sia nel mentre abbandonato a se stesso, non curato e al limite della sicurezza, sia igienico-sanitaria che di incolumità pubblica”.

Numerose le lamentele degli abitanti delle zone limitrofe e dei molti commercianti che in attesa della realizzazione del progetto di riqualificazione, esasperati, chiedono a gran voce che quello spazio sia pulito e reso più decoroso, in quanto viene sfruttato come un’area di parcheggio, l’unica che è in quella zona e che quindi è fruibile da tantissimi clienti provenienti anche da paesi vicini.