Nocera Inferiore. “Ridiamo vita al Castello” lancia l’iniziativa “Salviamo il Castello”

L’Associazione “Ridiamo vita al Castello” lancia l’iniziativa “SALVIAMO IL CASTELLO” con la quale intende avviare una campagna di raccolta fondi aperta a tutta la cittadinanza.
“Il Castello del Parco, le sue antiche strutture, la torre Sveva, gli affreschi normanni, le sale angioine e le cisterne, rappresentano l’identità di un popolo, del popolo dell’antica Nuceria Alfaterna – si legge in un comunicato – Nell’immaginario collettivo il maniero ha, da sempre, rappresentato il luogo simbolo di tutto il territorio nocerino. Ad oggi, però, la bellezza del complesso monumentale “Castello del Parco” è in grave pericolo, (già compromesso da anni di totale abbandono e degrado), e necessita di urgenti interventi di recupero storico-architettonico senza i quali il patrimonio esistente è destinato a disintegrarsi, disperdendo definitivamente la memoria storica della nostra comunità nelle tenebre dell’oblio”. Di qui la decisione di avviare la raccolta fondi.

“I fondi raccolti verranno poi destinati alla parte più fragile, nonché più antica, quella che costituisce il vero Castello del Parco – si legge nella nota -. Nel corso degli anni gli interventi fatti hanno riqualificato esclusivamente la parte più moderna ovvero quella afferente al Palazzo Fienga e De’ Guidobaldi, per questo la nostra iniziativa ha ad oggetto il ripristino degli affreschi medievali di fine XI secolo, ubicati sotto la torre mastio del Castello del Parco, già parte di una antichissima chiesa e raffiguranti tre santi apostoli (Pietro, Andrea e Giovanni), che, a causa degli agenti atmosferici e dell’incuria, hanno visto perdite di colore, di intonaco e della trama pittorica quasi non più riconoscibile. La cappella è stata compromessa dalle piogge meteoriche che hanno infiltrato le pareti, gli intonaci favorendo il proliferare di muffe e licheni e di efflorescenze saline. Il restauro è, quindi, necessario affinché non vadano perdute testimonianze normanne nella valle del Sarno”.

Il progetto si può visionare sul sito di crowdfunding, basta un click per aiutarci https://mobile.ulule.com/salviamo-il-castello/?lang=it