Pagani. Azienda Speciale. Sessa: “Incarichi ad amici e parenti”

“La costituzione dell’Azienda Speciale dimostra, ancora una volta, che l’unico fine perseguito dal Sindaco inadeguato e dalla sua interessata maggioranza sia solo quello di sfruttare ogni occasione possibile per conferire incarichi ad “amici e parenti”, scelti in totale spregio di norme e regolamenti”. Questa la dura presa di posizione della Consigliera Anna Rosa Sessa.

“Al di là dei soggetti “ beneficiati”, non può non essere rilevato che nessuna “selezione comparativa” sia stata effettuata per l’individuazione di ben sei nominati su sette, evidentemente scelti perché conosciuti ed apprezzati dal Sindaco e tra cui non poteva mancare, ovviamente, un suo parente – prosegue -. Allo stesso modo non può non essere sottolineato che il neo Direttore Generale dell’Azienda è il Dott. Aniello Giordano, già componente( dal 2007) del CDA e già Amministratore Unico (dal 2011) della tanto bistratta e criticata (dal Sindaco e dai suoi) Multiservice Srl. Inoltre, non sono chiari nemmeno i motivi che ne hanno comportato l’individuazione a scapito degli altri soggetti partecipanti alla selezione pubblica.In tal senso, infatti, siamo costretti a denunciare che, pur avendo provveduto al consolidamento ed all’ufficializzazione della nomina nell’atto notarile datato 22 Maggio 2018, non sono stati ancora pubblicati e resi noti il verbale di selezione comparativa e il Decreto Sindacale di nomina, atti amministrativi obbligatori ed indispensabili per l’efficacia del ruolo. Ancora una volta ci si trova di fronte ad una “decisione operativa ed amministrativa” (azienda Speciale) che nulla ha di conveniente e di efficace per l’Ente e per la città e che fonda i presupposti della propria costituzione su irregolarità, illegittimità ed omissioni. E spiace constatare che esse sono state perpetrate e garantite anche grazie all’intervento determinante di parte dell’apparato burocratico che si è spinto sino ad affermare che “ cogenti ed insuperabili norme di legge possono trovare applicazione in tempi e modi discrezionali” e a prelevare dal fondo di riserva (destinato ad incrementare stanziamenti di capitoli deficitari e non di nuova istituzione)” la somma di € 30.00,00 con un atto deliberativo di Giunta Comunale sulla cui reale assunzione in data 10 Maggio 2018 si nutrono fondati dubbi perché non solo non è stato reso noto al Consiglio Comunale nella seduta del 14 Maggio 2018 ma è stato addirittura pubblicato solo in data 21 Maggio 2018.
Contro quest’Azienda Speciale, che riteniamo dannosa per la città e per gli stessi lavoratori che dovrebbe assumere e assolutamente illegittima e non costituibile stante le norme in vigore, svilupperemo, in ogni sede competente, le dovute azioni a tutela esclusiva degli interessi della comunita’ che non può più pagare, con la tariffa rifiuti, scelte scellerate e dispendiose di un Sindaco i e di una maggioranza che quotidianamente lavorano contro Pagani”.