Pagani. Vittoria Lidl al Tar, affondo della Confcommercio contro l’amministrazione

“Il TAR Salerno con sentenza n. 595/2018 del 11/04/2018 ha accolto il ricorso presentato dalla Lidl Pagani inerente la richiesta di ampliamento della superficie di vendita da mq 999 a mq 1329″. Ne dà notizia Luigi Amendola presidente della Confcommercio che lancia duri strali all’indirizzo dell’amministrazione comunale.

“Si precisa che l’ufficio SUAP del Comune aveva respìnto tale richiesta – spiega Amendola -. Il Comune ha pensato bene di non costituirsi davanti al TAR, per cui è stato soccombente e condannato anche alle spese legali (Danno erariale?). Siamo portati a pensare che l’amministrazione locale è in completa confusione mentale su tale problematica e ci si chiede: come mai l’amministrazione non si è costituita per difendere anche i tecnici comunali che avevano respinto la richiesta? Se non c’è stato l’atto di costituzione in giudizio potrebbe significare che si riteneva che il parere degli uffici comunali fosse sbagliato? E sorge spontanea la domanda: il sindaco cosa ha fatto per evitare tale condanna con esborso di euro per le già scarse casse comunali? Oppure in autotutela avrebbe potuto eliminare quanto disposto dai funzionari (se si riteneva che il parere espresso fosse errato)? Pagani ha bisognod di risposte. E si spera di non sentirci dire come al solito:”non so” – “studieremo…” etc… Quali provvedimenti si intenderà prendere?
In conclusione – chiosa Amendola – non sfugga che la Procura della Repubblica ha già attivato una procedura inerente tutta la problematica Lidl”.