Angri. Festival della solidarietà, la nota del sindaco

“Le regole sono cambiate e vanno rispettate”. Il sindaco Cosimo Ferraioli interviene a seguito delle polemiche che si sono innescate dopo la chiusura imposta da parte delle forze dell’ordine, alle 24 di ieri, delle esibizioni canore nell’ambito della manifestazione di solidarietà in corso di svolgimento ad Angri fino a domani 10 giugno 2018.

“La Circolare Gabrielli ha obbligato istituzioni, organizzatori e forze dell’ordine, ad ottemperare alle proprie responsabilità in base al ruolo e alle competenze, con una suddivisione in due livelli: Safety (responsabilità Comune, Vigili del Fuoco, Polizia locale, Prefettura, Organizzatori) e Security di esclusiva competenza delle forze dell’ordine – spiega Ferraioli sul suo profilo Facebook -. L’associazione organizzatrice dell’evento aveva elaborato richieste e relazioni tecniche specificando date e orari, con l’impegno che le manifestazioni musicali si sarebbero concluse entro le ore 24 dei giorni 8-9-10 giugno. Dunque orari di fine spettacoli conosciuti! Quindi nessuno scandalo, ma una conseguenza logica di quanto sottoscritto, con le forze dell’ordine obbligate, per responsabilità diretta, a far concludere gli spettacoli entro gli orari stabiliti. Dunque rispedisco al mittente ogni accusa o critica, e chiedo a tutti di vivere con serenità una manifestazione che è stata organizzata avendo come principale obiettivo, la solidarietà”.