Pagani. Furto al Cimitero, lo sdegno del sindaco Bottone

“Il furto che si è verificato al cimitero è incommentabile. Coloro che compiono queste azioni non possono essere definiti altrimenti se non soggetti spregevoli. Il rispetto del Camposanto, dei defunti, del luogo dove essi riposano è imprescindibile”. Così il sindaco di Pagani, Salvatore Bottone.

“Questi individui hanno rubato vasi, supporti, cornici, etc. spaccando letteralmente i marmi delle tombe, profanandole e violando il riposo dei nostri cari. Ladri, se è possibile definirli tali, che per poche decine di euro hanno offeso un’intera comunità. Entrati probabilmente dall’ingresso posteriore del cimitero, hanno pensato bene di portare via quello che potevano – prosegue la nota -. Al momento i dipendenti del dell’U.O. Servizi Cimiteriali, il dipendente Alfredo Amendola e altri colleghi, stanno producendo l’elenco di quanto sottratto e dei danni riportati; si cercherà, inoltre, di intervenire il prima possibile per ripristinare la dignità degli stessi luoghi. Luoghi che in questo periodo si è lavorato per tenerli puliti e riqualificati. I Carabinieri della locale Tenenza stanno già indagando e, siamo certi, individueranno i colpevoli. Intanto, però chiediamo la massima collaborazione dei cittadini o di quanti hanno magari visto qualcosa che può risultare utile a individuare questi spregevoli soggetti e consegnarli alle forze dell’ordine”.

Infine, la questione videosorveglianza. “È importante, infine, dire che è già partita la gara per l’individuazione della ditta che dovrà curare le fasi di tumulazione ed estumulazione. Tra le attività richieste alla ditta che si aggiudicherà il servizio è prevista anche l’installazione di telecamere in alcuni punti del cimitero utili proprio ad attivare un sistema di videosorveglianza di queste aree. Pertanto interventi che erano già stati ampiamente previsti e che verranno attuati non appena terminerà tale procedura”, conclude il sindaco.