Feste e sagre a rifiuti zero, la proposta di Nocera in Movimento

Feste e sagre a rifiuti zero, senza monouso inquinante: la proposta arriva da Nocera In Movimento che invita l’amministrazione comunale ad approvare una delibera ad hoc.

£Uno stile di vita scorretto e consumistico provoca enormi danni ambientali, causati dallo smaltimento di enormi montagne di scarti. La produzione di rifiuti in Campania è aumentata ad un ritmo incontrollato, ogni anno più di 3,5 milioni di tonnellate di rifiuti finiscono in discariche o inceneritori. La produzione pro capite è salita, già da tempo ad oltre 500 Kg/g/a di media e il nostro comune è in difficoltà per un monte rifiuti non più sostenibile – si legge nella nota degli gruppo di attivisti del Movimento 5 Stelle -. Occorre mettere in campo diverse iniziative partendo dalla collaborazione Ente Comune/Associazioni/Comitati/Liberi Cittadini.
Per ora, come attivisti di Nocera in Movimento, grazie anche alla collaborazione con l’associazione Impatto Ecosostenibile Zero Waste Campania – prosegue il comunicato -, proponiamo e richiediamo al Comune di imbastire ed approvare una delibera per le “EcoSagre ed EcoFeste”, impegnandosi nel breve tempo a far si che si diminuisca, fino ad eliminare, il monouso di plastica, partendo dalle feste cittadine. EcoSagre significa ridurre l’impatto ambientale delle manifestazioni nel territorio comunale”.

Nocera in Movimento, inoltre, ha chiesto anche di introdurre eventuali incentivi per gli organizzatori delle EcoSagre ed EcoFeste che potrebbero ricevere un contributo (non necessariamente economico) impegnandosi a: differenziare tutti gli scarti prodotti dalla sagra;
ridurre la produzione di rifiuti e di imballaggi durante le feste e utilizzare stoviglie, posate e bicchieri riutilizzabili oppure in materiale compostabile.

“L’associazione o l’organizzazione della sagra più virtuosa potrà essere premiata ad esempio con un maggior contributo che riceverà per l’anno successivo”, conclude la nota.