Moas. Il rapper paganese che spopola su YouTube

Il suo nome d'arte è Moas per ricordare un uccello estinto sprovvisto di ali. Francesco spiega così la sua scelta: “Anche questo uccello senza ali spiccherà il volo"

Un rapper paganese sta spopolando su YouTube. Moas, pseudonimo di Francesco Pio Albano, è un giovanissimo cantautore 18enne con la passione per il rap da quando aveva poco più di12 anni. A quindici anni l’incisione del suo primo pezzo. Definisce la sua passione così: “Per me il rap è la cosa che riesce a distrarmi da tutti i problemi e mi piace molto trasmettere le mie emozioni nelle parole di una canzone”.

Il suo nome d’arte è Moas per ricordare un uccello estinto sprovvisto di ali. Francesco spiega così la sua scelta: “Anche questo uccello senza ali spiccherà il volo”. Da poco è stato pubblicato il suo ultimo video “Il Nostro Posto” (vedi) inedito che racconta la delusione di una relazione d’amore, con la regia di un altro giovane, il regista angrese Guglielmo Tedesco. Nel video anche la partecipazione di Federica Parlato e Angelo Russo. Il precedente video del cantautore paganese ha raggiunto buoni risultati, raggiungendo le centomila visualizzazioni. Moas ha anche collaborato con Lortex, artista gestito dalla Tsunami Flow (Label internazionale) e in corso ci sono molte collezioni con personaggi di “Amici” e una nuova collezione con Astol.