Angri. Pubblica illuminazione in tilt. Si attiva l’amministrazione

La perdurante e ripetuta situazione è stata segnalata ai tecnici di competenza e al sindaco che avrebbero avviato un indagine interna per capire l’origine delle anomalie

Anche ieri sera molte strade cittadine sono rimaste al buio. Un fenomeno che si ripete da settimane. La settimana scorsa è capitato in Corso Vittorio Emanuele e Via Casalanario. Ieri è stata la volta di Via Quarto II e Via Concilio dove addirittura, secondo alcune testimonianze, i passanti, nella serata di ieri, sono stati costretti a farsi luce con le torce degli smartphone per non essere travolti dalle auto.

La perdurante e ripetuta situazione è stata segnalata ai tecnici di competenza e al sindaco che avrebbero avviato un indagine interna per capire l’origine delle anomalie. Sulla vicenda interviene nuovamente il consigliere comunale dei “Popolari Angresi” Alberto Milo che manifesta ancora dubbi sulla scelta di esternalizzare il servizio: “In tempi non sospetti e in ogni sede possibile – dice Milo – ho sempre contestato l’esternalizzazione a un privato della gestione della Pubblica Illuminazione. Oggi con le testimonianze di tanti cittadini abbiamo la prova di non aver fatto un grosso affare, strade cittadine continuamente al buio che provocano enormi disagi e sopratutto rischi per la sicurezza”.

Ancora Milo aggiunge: “Il Sindaco resta nella totale indifferenza come se non dovesse dar conto a nessuno, in fondo l’obiettivo che voleva raggiungere è stato centrato, per quanto riguarda l’interesse pubblico può andare a farsi benedire”.