Amianto non ritirato in località Ciampa di Cavallo a San Marzano sul Sarno, la denuncia di “Insieme per costruire”

Amianto in via Marconi a San Marzano sul Sarno non è ancora stata bonificata l’area dopo la messa in sicurezza dei rifiuti speciali. La denuncia arriva dai consiglieri di opposizione del gruppo “Insieme per Costruire”.

“Le immagini parlano chiaro e consegnano l’ennesima fotografia di una cattiva amministrazione”, hanno spiegato gli esponenti di minoranza. “Perché non vigilare sull’operato della ditta incaricata dopo che si è deciso di pagare la bonifica oltre 4mila euro? Vogliamo ricordare a tutti che si tratta di soldi pubblici, di un’intera comunità e non dei soliti noti che pensano di poter amministrare a loro piacimento una città di 10mila abitanti”.

L’amianto parcheggiato in via Marconi, località Ciampa di Cavallo, non viene rimosso dal 13 luglio scorso, giorno in cui è partita la segnalazione di un cittadino agli uffici comunali dell’Ente marzanese. Dopo le verifiche di polizia municipale, nei quali si ravvisava l’urgenza di rimuovere i rifiuti per scongiurare criticità sul fronte ambientale, il Comune ha subito affidato l’appalto con la procedura dell’affidamento diretto a una ditta specializzata di Angri, che però ancora non ha rimosso le lastre di amianto.

“Vorremmo sapere le intenzioni del sindaco Cosimo Annunziata e soprattutto dell’assessore all’Ambiente, Raffaele Belvedere”, hanno spiegato i consiglieri di “Insieme per Costruire”. “Se l’azienda non è tempestiva nel suo intervento perché non si pensa a incaricare un’altra ditta per risolvere il problema? Magari, puntando anche su una società di San Marzano sul Sarno e dare così lavoro al territorio. Sappiamo che le cose semplici per questa Amministrazioni diventano difficili, ma il buonsenso sistemerebbe ogni cosa”.