Estorsione aggravata, due arresti

Nella serata di venerdì scorso, a Bellizzi, i Carabinieri della Compagnia di Battipaglia hanno tratto in arresto i pregiudicati Vito De Feo, 51enne in atto sottoposto alla misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale di Pubblica Sicurezza nonché ritenuto dagli inquirenti a capo dell’omonimo clan camorristico, operante a Bellizzi e nei comuni limitrofi, e Massimo Romano, 33enne sempre di Bellizzi, nella flagranza di concorso in estorsione aggravata ai danni di un imprenditore edile del posto.
I militari, attivati nella stessa giornata dalla vittima, hanno bloccato i due pregiudicati, nei pressi di un noto bar di via Roma, subito dopo aver intascato poco meno di 200 €uro dall’imprenditore, quale anticipo della somma di 1.000 €uro richiestagli per essersi adoperati, d’iniziativa, al fine di garantirgli la commissione di un lavoro edilizio già accordatogli dal committente ma successivamente revocatogli per l’individuazione di un’altra ditta a prezzo più vantaggioso.
Espletate le formalità di rito, Vito De Feo e Massimo Romano sono stati rinchiusi nel carcere di Fuorni.