Estate di diritto: calcio e tv, che caos. Dazn, Sky e reti in chiaro: dove e cosa vedere

Questa più di ogni altra è stata l’estate della ripartizione dei diritti tv ma soprattutto, dell’enorme confusione generata fra i consumatori che ogni weekend si ritrovano dispersi e disorientati con la stessa identica domanda: dove vedrò le partite? Dazn, nuova piattaforma, Sky con un’offerta rinnovata e più ampia, Sportitalia e Rai Sport confermate per serie minori e Coppa Italia. Tutto questo, come e quando vederlo? Cerchiamo di fare chiarezza e di rendere conto alle centinaia di migliaia di spettatori che ogni weekend, turni infrasettimanali inclusi, si trovano costretti a subire spiacevoli sorprese frutto del caos estivo.

Da quest’anno per poter assistere a tutte le dieci partite giornaliere di Serie A sarà necessario essere in possesso sia del pacchetto di Sky Sport e Serie A che quello di Dazn. Quest’ultima neonata piattaforma ha acquisito i diritti per tre partite di ogni turno, così distribuite tranne rare eccezioni, verificatesi ad esempio nella prima giornata: sabato sera, domenica alle 12.30 e una di quelle in programma alle 15.
16 dei 20 big match stagionali sono comunque garantiti da Sky, sebbene il prossimo di sabato 29 settembre Juventus-Napoli sarà proprio di Dazn, così come il già disputato Napoli-Milan oltre a uno dei due derby della Mole e addirittura un derby d’Italia.
Sky ha avuto diritto ai pacchetti relativi a 266 partite sulle 380 disponibili, per 780 milioni di € complessivi all’anno.

Dazn ha ottenuto i pacchetti relativi a 114 partite sulle 380, per 193 milioni di € complessivi all’anno. Così sarà possibile avere accesso all’intero pacchetto, sebbene la nuova piattaforma soprattutto nelle prime due giornate ha offerto un servizio piuttosto scadente dal punto di vista del collegamento in rete, con ritardi e pause continue nello streaming.

Per quanto concerne i diritti TV dei match di Serie C trasmessi in chiaro questi sono divisi tra Sportitalia e Rai Sport per il periodo 2017-2020. Sportitalia è visibile sui canali 60 DT e 225 Sky, e avrà in esclusiva e in diretta gli anticipi del venerdì sera o infrasettimanali del martedì.

La Rai ha invece preso i diritti per la diretta dei posticipi del lunedì e giovedì sera che verranno trasmessi su Rai Sport 1 HD. Stando all’accordo sottoscritto le due emittenti non potranno mandare in onda le partite di una squadra più di tre volte nel corso di tutto l’anno calcistico. Per quanto riguarda la sempre la Rai, sono rimasti i diritti esclusivi per la trasmissione della Coppa Italia ma soprattutto, grande novità, la messa in onda della partita del mercoledì di Champions League di una italiana, sarà scelta nel caso quella dalla sfida più importante.

Una distribuzione che potrà comunque prossimamente essere oggetto di novità nel caso in cui passi il decreto Salvini, in base al quale sarà possibile ottenere e incassare i soldi provenienti dalle tv solo nel caso in cui il bilancio societario dovesse risultare approvato e non in negativo.