Cava. Istituto Filangieri. Villani (m5s): “Ufficio scolastico regionale e Provincia intervengano su sicurezza e su classi pollaio”

Sabato scorso la deputata del MoVimento 5 Stelle Virginia Villani ha effettuato un’ispezione presso l’Istituto Filangieri di Cava de’ tirreni. La scuola professionale era stato oggetto di una segnalazione diretta all’On. Villani, membro della VII Commissione Cultura alla Camera dei Deputati, per quanto concerne il fenomeno delle “classi pollaio”.

“Il fenomeno delle classi pollaio sta assumendo dimensioni sempre più preoccupanti e l’azione del Governo del Cambiamento prosegue per arginare questo disagio – si legge in una nota dell’On. Villani -. Nel corso delle ultime settimane erano aumentate le segnalazioni di stampa e di studenti sulla situazione all’I.I.S.G. Filangieri di Cava de’ Tirreni, di classi iperaffollate, nelle quali figurano anche diversamente abili, in evidente contrasto con la normativa che prevede un numero minimo di 22 alunni. Le segnalazioni ricevute erano relative ad elenchi di classi formate da 32, 34, 36 e 40 alunni con la presenza mediamente di 1/2/3 alunni disabili gravi e meno gravi per classe: una situazione che costituisce una grave limitazione al diritto allo studio – garantito dal D.P.R. 81/2009 – di tutti gli alunni e nel contempo non si adempie al rispetto della normativa sulla sicurezza – garantita dal Dlgs. 81/2008 – mettendo in serio pericolo l’incolumità dell’intera utenza scolastica”.

Alla luce di tali segnalazioni, la deputata del MoVimento 5 stelle Virginia Villani si è recata nell’istituto per un’ispezione: “Mi sono recata nell’istituto professionale Filangieri di Cava per sincerarmi di persona delle reali situazioni presenti rispetto a quanto apprendevo dagli organi di stampa e da differenti segnalazioni. Ho trovato che in alcune classi gli iscritti superano ampiamente il numero previsto dalla norma e pur avendo avuto rassicurazioni della dirigente Raffaella Luciano circa il fatto che molti alunni non frequentano le lezioni, ho innanzitutto consigliato un attento monitoraggio. Nello specifico ho consigliato alla preside di cancellare dai registri gli alunni che non frequentano, dopo aver telefonato e preso informazioni sulla loro attività scolastica. Successivamente, si potrà stabilire il numero preciso degli alunni nelle classi – continua l’On. Villani – Nella fase seguente ho incontrato una delegazione di studenti che mi ha informato delle condizioni critiche riguardanti la sicurezza soprattutto per quanto riguarda il primo piano che è completamente privo di scala d’emergenza. Non è infatti un caso che la preside ha dovuto ridurre il numero degli alunni che occupavano il piano, proprio perché mancava questa misura di sicurezza”.

Sempre in merito al tema sicurezza, su cui la deputata Virginia Villani ha incardinato una proposta di legge di cui è prima firmataria (AC-1114 – “Introduzione del titolo XII-bis del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81, concernenti la sicurezza degli immobili utilizzati dalle istituzioni scolastiche”), specifica: “Nell’istituto ho anche riscontrato l’inagibilità della sala professori, dell’aula magna dove si registrano le riunioni collegiali. Inoltre, la stessa palestra viene utilizzata in maniera sicuramente non ottimale proprio perché anche in palestra manca l’uscita d’emergenza. Una situazione invivibile e molto preoccupante che non possiamo certo tollerare” spiega l’On. Villani.

La deputata Virginia Villani dopo la visita di sabato scorso, dichiara: “Rispetto a quanto riscontrato presso l’Istituto Filangieri di Cava dè tirreni chiederò rapide informazioni alla Provincia di Salerno sollecitando l’intervento ad horas. Inoltre, chiederò anche al direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale della Campania, la dottoressa Luisa Franzese, se sia a conoscenza di questa situazione e quali misure si è deciso di mettere in campo per contrastare questo fenomeno che lede gravemente il diritto allo studio dei giovani di Cava dé Tirreni, di Siano e della Provincia di Salerno” dichiara l’On. Villani.